PALAZZOLO (BS)

Pizzicati dalle telecamere intelligenti SELEA
Passamontagna, guanti e pistola sequestrati dalla Polizia locale

Auto restituita al proprietario e non solo. Perché a bordo della Punto intercettata dalla Polizia locale di Palazzolo, su imbeccata di uno degli occhi elettronici SELEA che sorvegliano il territorio, c’erano due pregiudicati con precedenti per reati contro il patrimonio e rapina, con tanto di passamontagna appoggiati sui sedili e pistola a pallini senza tappo rosso nel vano porta oggetti.

LA PATTUGLIA della Locale, attorno alle 18.45 di giovedì, è stata contattata dal comando: «In viale Europa sta transitando una Fiat Punto rubata a luglio a Bergamo e priva di assicurazione». A individuare il mezzo il varco intelligente marcato SELEA di via Gavazzolo, capace di leggere le targhe e di fornire informazioni in tempo reale. La pattuglia si è subito messa sulle tracce della Punto e dopo un breve inseguimento ha fermato l’utilitaria.

A bordo due persone, che sono state portate al comando per l’identificazione. Qui la sorpresa: tanto S.C., al volante, che il passeggero M.G., entrambi di 65 anni e residenti a Bergamo, sono risultati pluripregiudicati per reati contro il patrimonio e per rapina. Il conducente tra l’altro è risultato essere sottoposto alle misure alternative al carcere, in libertà in prova ai servizi sociali ma con l’obbligo di trascorrere la notte in cella a Bergamo. La vettura è stata perquisita con attenzione, facendo intuire agli agenti che lo scopo della trasferta nella zona commerciale e artigianale del paese, per di più a ridosso dell’orario di chiusura, poteva essere tutt’altro che amichevole. Nel vano portaoggetti è stata trovata e sequestrata una pistola che spara pallini senza il tappo rosso obbligatorio; sui sedili cappellini con visiera, passamontagna, sciarpe e guanti, nastro adesivo e fascette da elettricista. I due sono stati denunciati a piede libero per ricettazione e porto abusivo di armi e quanto accaduto è stato segnalato alla magistratura. Ieri l’utilitaria è stata restituita al proprietario.

Fonte: http://www.bresciaoggi.it
it
en