PEDEMONTANA bis

Pedemontana: 50 nuove telecamere SELEA di lettura targhe  per la sicurezza - Ora siamo a quota 150 ANPR



Stanziati altri 155mila euro per la videosorveglianza. Nuovo regolamento per i canoni ERP e per l’erogazione dei contributi di Pedemontana Sociale


Sicurezza e sociale. Questi gli argomenti al centro del Consiglio dell’Unione Pedemontana Parmense che si è svolto nella serata di giovedì 28 settembre a Traversetolo.

Il parlamentino dei cinque Comuni ha infatti approvato un finanziamento da 155.000 euro per l’implementazione del sistema di videosorveglianza “Occhi vigili”, oltre ai nuovi regolamenti per il calcolo dei canoni degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica e l’erogazione dei contributi da parte di Pedemontana Sociale, l’azienda che gestisce i servizi alla persona per i cinque comuni dell’Unione (Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo). A Montechiarugolo, poi, verrà aperto un nuovo sportello sociale.

Capitolo sicurezza. L’apertura della nuova Centrale Operativa della Polizia Locale e Protezione Civile, inaugurata il 29 settembre a Felino, sarà accompagnata dall’arrivo di altre 50 telecamere “intelligenti” SELEA,  che andranno ad aggiungersi alle 100 SELEA già installate, in grado di leggere le targhe dei veicoli che transiteranno sulle strade dei territori dell’Unione. Un investimento da 155.000 euro, di cui 55.000 arriveranno dalla Regione Emilia-Romagna, mentre 100 mila sono stati stanziati dall’Unione insieme ad altri 35.000 che serviranno per il sistema di radiocomunicazione della Protezione Civile. L’obiettivo è di creare un sistema autonomo, in grado di funzionare sempre e comunque in ogni condizione di emergenza, «a differenza di quanto è accaduto in occasione dell’alluvione del 2014», ha ricordato il sindaco di Collecchio e Assessore al Bilancio dell’Unione Paolo Bianchi, illustrando la delibera per la variazione al conto economico previsionale 2017/2019, necessaria a prelevare i 160.000 euro che servono, di cui 25.000 verranno utilizzati per l’apertura dello Sportello sociale a Montechiarugolo.

Ed è sempre nel segno del “sociale” che il Consiglio ha approvato i due nuovi regolamenti per i canoni degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) e per l’erogazione dei contributi da parte di Pedemontana Sociale.

Per il costo degli affitti ERP, «gli aggiornamenti discendono dalla nuova Legge Regionale che, a partire dal primo ottobre, disciplina i canoni individuando nuovi criteri», ha affermato il sindaco di Sala Baganza, nonché assessore dell’Unione ai Servizi alla Persona, Aldo Spina. «Le modifiche sono migliorative» ha aggiunto, «perché nel calcolo del canone vengono considerati i parametri qualitativi dell’alloggio, come il piano in cui si trova, la presenza o meno di un ascensore e la posizione, se è in centro o in una zona dove è più difficile accedere ai servizi. Si fissa inoltre un discrimine sulla collocazione, se in zona urbana, periurbana o frazionale». Parametri che porteranno a «maturare un meccanismo di applicazione dei canoni più intelligente, senza tuttavia stravolgere quelli attuali per non creare disagi a coloro che ci abitano, tant’è che si tratterà di variazioni che vanno da qualche decimo a qualche punto percentuale»

Nuove norme anche per la concessione di contributi da parte di Pedemontana Sociale. «L’azienda sta portando avanti un progetto di riorganizzazione improntato alla massima trasparenza – ha premesso Spina –. Ed è all’interno di questo progetto che si è voluto disciplinare questa materia con un nuovo regolamento. Sostanzialmente si giocherà a carte scoperte – ha spiegato l’assessore –. A dicembre il Cda dell’azienda andrà ad approvare la programmazione 2018. In quella sede verrà stabilito il budget dei contributi e si introdurranno le linee di azione per la loro erogazione. Già oggi Pedemontana Sociale opera nella massima trasparenza, ma con il nuovo regolamento andiamo a responsabilizzare ulteriormente l’azienda e introduciamo meccanismi predefiniti».

Il nuovo regolamento riguarda i contributi ordinari, erogati a sostegno di attività esercitate dal soggetto richiedente sulla base della programmazione del Piano Annuale degli Obiettivi dell’Azienda, sia quelli straordinari, per sostenere economicamente particolari eventi e iniziative a carattere straordinario e non ricorrente, organizzate sul territorio dell’Unione Pedemontana Parmense, e giudicate, con delibera del Cda, di particolare rilievo.

data: 11/10/2017

Fonti:
http://www.parmapress24.it
http://www.parmadaily.it/311440/unione-pedemontana-50-nuove-telecamere-la-videosorveglianza/
it
en